• L'unica lista davvero civica fatta da cittadini per Sarzana
Sanità & sociale, Archivio

Dipendenze, meglio curare che prevenire

Due anni per avere due audizioni dei responsabili ASL del SERT e delle Associazioni, ONLUS e COOP del settore. Poi presentiamo un Ordine del giorno con una bozza di regolamento ed ecco cosa succede…

<<COMUNICATO STAMPA
“Costituzione della Consulta Comunale per il disagio giovanile”
Dopo due anni di pressioni per mettere in piedi audizioni con le Associazioni e i responsabili del SERT per raccogliere dati ufficiali sul fenomeno delle tossicodipendenze, degli abusi e dei disturbi comportamentali dei nostri ragazzi, il nostro gruppo era riuscito a presentare nel Novembre scorso un Ordine del giorno per la costituzione della Consulta comunale per il disagio giovanile corredato di una bozza di regolamento da discutere
Con un accordo fra le parti i nostro ordine del giorno era diventato unanime. Prevedendo lo stralcio del regolamento, che avrebbe dovuto essere discusso in Commissione congiunta Affari Istituzionali e Servizi alla persona, l’Odg era stato votato all’unanimità.
Ci sono voluti altri tre mesi per attivare le Commissioni, ma la convocazione si trasformata in una presa in giro, comparendo nell’ordine dei lavori un regolamento partorito dai Servizi Sociali distante anni luce dalle finalità della Consulta che doveva essere, nelle intenzioni di tutto il Consiglio Comunale, un vero strumento di prevenzione e lotta alle varie forme di disagio giovanile ed alle sue conseguenze con la partecipazione determinante delle Associazioni e Comitati operanti sul territorio, che nel loro Statuto hanno come obiettivo il recupero della socialità dei giovani a rischio o il recupero dalla tossicodipendenza, le forze dell’ordine, i Servizi ASL e le istituzioni scolastiche e comunali, come specificatamente riportato nella nostra proposta di regolamento che invece è andata dispersa nonostante fosse stata regolarmente presentata ai Presidenti di Commissione come da accordi precedenti.
Dopo la nota di rimostranza fatta pervenire ai componenti delle Commissioni, l’ennesima presa in giro: la discussione è rinviata. Nessuna giustificazione, né, tantomeno, la correzione dell’ordine dei lavori che avrebbe voluto che, correttamente, fosse portata in discussione la nostra bozza di regolamento.
Questo è quanto, in linea con una Amministrazione che, se non è in preda alla confusione, è, quantomeno, intenta all’ostracismo totale rispetto alle proposte che il Movimento 5 Stelle porta avanti in coerenza con il proprio programma elettorale, alla faccia della maggioranza e della Consigliera Frassini, oramai ex opposizione, che ipocritamente continuano a tacciarci di non essere propositivi e fattivi. E questo anche quando l’interesse dovrebbe essere particolarmente sentito dal momento in cui a far le spese del problema sono socialmente i nostri ragazzi, le famiglie e la società tutta che, oltretutto, si deve fare carico anche di enormi costi finanziari, peraltro sproporzionati sul nostro territorio rispetto agli altri.
Crediamo che circa 1.000 ragazzi seguiti dal SERT della ASL 5 e 3 milioni e 200 mila euro di spesa, che la stessa ASL sostiene per quelli in comunità di recupero, siano numeri che meritano più della pleonastica Consulta dei giovani proposta nel regolamento che, di fatto, nega uno strumento che in altre realtà ottiene ottimi risultati. Ancora una volta complimenti.
Sarzana 12 Marzo 2016
Valter Chiappini
Consigliere Comunale Capogruppo
M5S Sarzana>>

Previous ArticleNext Article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi