• L'unica lista davvero civica fatta da cittadini per Sarzana
Fatti quotidiani, Archivio

Legalité, Antennité, Pertinité!

resoconto di Gianna De Fraia, coordinamento Sarzana in movimento

Mi è stato richiesto di riportare qui una disquisizione ripresa da un breve post su Facebook su due eventi politici a cui ho presenziato ieri, il Consiglio Comunale e la presentazione della Lista Pertini. Spero venga perdonata la stringatezza e colta la sottile critica verso le perdite di tempo (che hanno sottratto spazio a questioni importanti), le arrampicate sugli specchi, le elucubrazioni, il vecchiopolitichese.

Consiglio Comunale:
dalle 16 alle 19, tre gli argomenti trattati:
Consulta della legalità,
Parco Montemarcello/Magra
Piano Antenne.

La discussione sulla Consulta della Legalità si è protratta per quasi un’ora e mezzo. Il tema meritava, ma il fuoritema ha imperato.
Alcuni di coloro che ne fanno parte (Acli, Agesci, Cometa, L’égalité, Libera, Magazzini del mondo, Missione Sportiva, Sarzana Che Botta, Voce ai diritti, Volontari di Crescita Comunitaria,) nel giugno scorso hanno inviato una lettera al Sindaco e Giunta nella quale lamentavano lo scarso confronto con la Pubblica Amministrazione e una specie di crisi identitaria sui ruoli che dovrebbe svolgere la Consulta stessa. Tra interruzioni, battibecchi ecc. (tra cui una approfondita lezione su cosa è la legalità ed escursioni sulla prossima mostra di Warhol e la spesa da sostenere ) si è deciso di ripresentare un OdG in cui ci si impegni ad una collaborazione più attiva.

(riportiamo qui e qui il comunicato del Comitato Sarzana, che botta!, che richiama Sindaco e Giunta non a sminuire le richieste/critiche delle 10 associazioni attive; qui il link ai verbali che testimoniano la costante assenza delle altre associazioni, da ritenersi decadute a norma di regolamento)

Il secondo argomento, la dismissione dell’Ente Parco, ha trovato, seppur con motivazioni diverse, opposizione e maggioranza d’accordo sulla volontà di mantenerlo alla faccia del Consigliere Regionale Andrea Costa.

Il Piano Antenne e la sua VAS, che alcuni reputano obbligatoria (vedi il consigliere di opposizione Valter Chiappini che, tra l’altro, ci ha resi edotti di una diffida effettuata dallo stimato giurista ambientale Marco Grondacci nei confronti della nostra Giunta per non aver rispettato l’applicazione della VAS), mentre altri no (vedi consigliere di maggioranza Mario Torre che, benché pensi che il procedimento di VAS possa facilitare il percorso del Piano Antenne, non lo trova necessario; tanto più che, da quando la Regione Liguria ha delegato i Comuni ad approntare un ufficio VAS, noi non abbiamo ancora fatto nulla se non chiedere sostegno e competenze sia all’Ente Parco che ad ARPAL).
A nulla sono valsi gli appelli alla coscienza dei votanti a tutela della salute pubblica: la maggioranza ha votato a favore.

In serata ho partecipato alla presentazione della Lista Pertini il cui portavoce, assessore Nicola Caprioni, ha spiegato il perché della loro discesa in campo. Oltre al fatto che non vogliono lasciare Sarzana in mano alle destre, vorrebbero far parte della nuova Giunta PD per bilanciare il potere decisionale della futura Amministrazione, rimanere aperti ad un colloquio con quelle sinistre e con quegli elettori che non si ritrovano più in questo PD ma che, come lui, sognano ancora un grande partito socialdemocratico unito. Caprioni auspica fortemente una ricandidatura dell’attuale primo cittadino.
Molti i nomi conosciuti a Sarzana che – a detta di Caprioni, ndr – hanno aderito al suo progetto e che sono disposti a “metterci la faccia” per il bene della città.

Nota divertente/dolente: la dichiarazione dell’assessore in merito ad un colloquio privato avvenuto tra lui e l’esponente locale di MdP che gli avrebbe da un lato offerto la poltrona da vice sindaco in cambio di una coalizione, dall’altra ricordato che in assenza dell’accordo avrebbe inviato un esposto alla Corte dei Conti per il fatto che si sta mettendo in piedi una mostra (la solita citata in consiglio comunale) con i soldi dei cittadini senza poterne garantire il rientro economico per le nostre misere casse e senza averli messi a bilancio (il botta / risposta).

Giornata interessante. Interessante sapere che ai nostri amministratori poco importa della nostra salute ed interessante vedere come si sta delineando questa campagna elettorale sarzanese che sarà (a mio modestissimo parere) lunga, complicata, con liste, listine e listone, e con pochi, pochissimi interessati alla città e non solo a schermaglie politichesi. Sempre a mio modesto parere, tra i pochissimi c’è Valter Chiappini e l’unica lista veramente civica presente sul territorio: Sarzana in movimento.

Gianna de Fraia

Previous ArticleNext Article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi