• L'unica lista davvero civica fatta da cittadini per Sarzana
Territorio & Ambiente, Sviluppo economico, Partecipazione Trasparenza & Amministrazione, Archivio

Linea demaniale a Marinella: ennesimo regalo ai privati?

Perchè nel Comune di Sarzana la linea demaniale marittima (spiagge e retrospiagge) determina un tratto di spiaggia così risicato rispetto al resto del litorale di pertinenza dei comuni confinanti e giù a sud, fino alla profonda Toscana?
L’ abbiamo detto in Consiglio Comunale all’atto dell’illegittima approvazione del “piano spiagge” e lo manteniamo: chiediamo la revisione della linea demaniale secondo le indicazioni delle norme vigenti e delle dichiarazioni dei progettisti stessi, rilevando persino che già esistono ricorsi pendenti.
Attenzione, perchè se avessimo ragione (e crediamo ci siano motivi ben fondati per averla) il danno erariale sarebbe grandissimo e l’ “interesse privato” decisamente “condizionante”.
<<Al Presidente del Consiglio Comunale
Avv. Paolo MIONE
PROPOSTA DI ORDINE DEL GIORNO
“Revisione linea demaniale litorale di Marinella
Premesso:
– che in data 23 Novembre 2010 il Compartimento Marittimo provvedeva a rideterminare la linea demaniale sul litorale di Marinella di Sarzana;
considerato:
– che tale nuova rideterminazione ha considerato solo la linea di minima demaniale, perché si verifica sistematicamente, in occasioni di forti mareggiate e, comunque, almeno annualmente, che i marosi arrivino fino alla strada litoranea che dovrebbe essere considerata per questo come limite reale della linea demaniale
– che è comunemente affermato, ed assodato in giurisprudenza, che il Demanio marittimo comprende “il tratto a terra ove arriva lo spruzzo massimo di mareggiata”,
– che anche l’invasione delle acque marine post mareggiata insiste, a monte, oltre la linea demaniale come rideterminata nel 2010,
– che il piano di riassetto del litorale, come da piano particolareggiato approvato dal Comune di Sarzana, prevede l’abbattimento delle attuali strutture balneari e la loro ricostruzione verso monte, nel tratto di terreno tra la linea demaniale, così come rideterminata nel 2010, e la strada litoranea, attualmente di proprietà della Società Marinella S.p.A., al fine di recuperare arenile a favore dei bagnati sottratto dall’erosione della spiaggia a causa delle mareggiate,
– che le strutture sono progettate su palafitte con l’evidente e dichiarato scopo, da parte degli estensori del progetto, di far scorrere sotto le stesse l’onda di mareggiata affinché si riduca l’effetto erosivo della stessa,
– che in tutto il contiguo tratto di costa nel vicino comune di Carrara e, verso sud, nei comuni di Massa, Montignoso, Pietrasanta, Forte dei Marmi, Camaiore e Viareggio il limite demaniale è pressoché stabilito a ridosso della strada litoranea situata a monte, rispettando il limite di spruzzo massimo di mareggiata e di tracimazione dei marosi;
considerato altresì:
– che esistono perizie che dimostrano quanto sopra, anche con riferimenti temporali e fotografici, in particolare dello stato del tratto oltre la linea demaniale rideterminata, in conseguenza delle mareggiate del Novembre e Dicembre 1995, del Dicembre 2009, del Gennaio 2010, dell’ Ottobre 2011, agli atti in ricorsi oggi pendenti,
– che anche dopo il 2011 si sono verificate mareggiate anche peggiori e anche più volte all’anno,
– che già oggi sarebbe ipotizzabile un grave danno erariale in caso di erronea o non più attuale rideterminazione della linea demaniale,
il Consiglio Comunale da mandato a Sindaco e Giunta Comunale
per la richiesta di rideterminazione della linea demaniale del litorale di Marinella di Sarzana in virtù di quanto sopra esposto
Sarzana 4 Gennaio 2016
Valter Chiappini
Consigliere comunale – Capogruppo

Previous ArticleNext Article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi