• L'unica lista davvero civica fatta da cittadini per Sarzana

Turismo e Itinerari

Grazie alla sua posizione strategica la città, considerata l’erede storica dell’antica Luni e stretta tra monti e mare, è stata fin dalla sua fondazione il crocevia di importanti vie di comunicazione tra Liguria, Toscana ed Emilia-Romagna, assorbendo e rielaborando tradizioni, stili artistici, usi e costumi, e consolidando così la propria ricchezza culturale tipica di una terra di confine.

Così facendo, oggi Sarzana ha il vanto di possedere una storia vastissima e conserva innumerevoli siti d’interesse storico-artistico e paesaggistico che meritano di essere tutelati, valorizzati e riscoperti anche dagli stessi sarzanesi.

  1. Censimento e mappatura completa e aggiornata di tutti i siti d’interesse storico-artistico vincolati, dei monumenti e delle opere d’arte (chiese, palazzi, ville, fortificazioni…);
  2. Potenziamento e riqualificazione della segnaletica turistica presso i siti d’interesse (nel centro storico e nelle frazioni periferiche), attraverso l’istallazione e/o l’aggiornamento di pannelli e cartelli informativi;
  3. Eliminazione delle barriere architettoniche, pulizia e illuminazione adeguata dei monumenti;
  4. Dialogo e accordi con soggetti privati e la Curia per il recupero, la riqualificazione e l’eventuale fruibilità di determinati siti di importanza storica di loro proprietà (es.: antico ospitale di S. Lazzaro, oratorio di S. Croce ecc.);
  5. Fortezza Firmafede e Fortezza di Sarzanello: ridimensionamento del MUdeF, creazione di un comitato di gestione competente e creazione di spazi stabili per conferenze, esposizioni e concerti;
  6. Museo Diocesano e Biblioteca “Niccolò V”: maggiore collaborazione con la Curia per garantirne l’apertura e la fruibilità, attuando progetti comuni di promozione e di eventi culturali;
  7. Chiese: collaborazione con le singole parrocchie per garantire l’apertura e la fruibilità degli edifici, nel rispetto del luogo e delle funzioni religiose;
  8. Villa Ollandini: riaprire il parco per la città e ripristinare l’aspetto storico e botanico dei giardini.
    1. Individuazione e promozione di percorsi e itinerari tematici adeguatamente segnalati e fruibili (il percorso della via Francigena, la tenuta di Marinella, la Brina, le opere del Fiasella, le vie dell’Antiquariato…);
    2. Accordi con i Comuni limitrofi per fare “sistema” e attuare un piano di valorizzazione e promozione comune dell’intero patrimonio culturale della Val di Magra (creazione di un pacchetto turistico unico).
    1. Creazione di un “Sito Turismo Sarzana”, capillare, sempre aggiornato e multilingue;
    2. Avviare l’iter di candidatura per inserire Sarzana nella lista dei beni Patrimonio dell’Umanità UNESCO. Il progetto dovrà tenere debitamente conto del “Sistema Val di Magra”, in quanto rappresenta un esempio significativo di paesaggio culturale, inteso come evoluzione di una società e dei suoi insediamenti nel tempo, sotto l’influenza dell’ambiente naturale e delle spinte culturali, economiche e sociali ricevute nel corso dei secoli.
  1. Potenziamento del punto info (IAT) presso piazza San Giorgio;
  2. Creazione di un punto info presso la stazione ferroviaria e presso altri luoghi considerati i punti di accesso alla città;
  3. Adozione di un Piano del Turismo (in stretto rapporto con il Piano del Commercio) nel quale siano coinvolte tutte le strutture ricettive per garantire un alloggio adeguato a visitatori, escursionisti e pellegrini che raggiungono Sarzana, nonché convenzioni e agevolazioni per la visita e la fruizione dei siti d’interesse.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi